Home ARTICOLI Allenamento ALLENAMENTO DEGLI ADDOMINALI: ultime novità

ALLENAMENTO DEGLI ADDOMINALI: ultime novità

275
0

Cultura Fisica – novembre 1989

Brad Harris ha introdotto un nuovo concetto nell’allenamento degli addominali: “Ad ogni culturista piace avere una vita stretta e ben definita. Adesso esiste un nuovo ottimo sistema di allenamento per gli addominali. E’ costituito semplicemente da un gancio e una fascia che permettono di sospendere il corpo senza fatica ad una sbarra per trazioni, in modo che le braccia non si stanchino prima degli addominali quando si compiono esercizi come le alzate di gambe”.

Dobbiamo questa invenzione al culturista-attore Brad Harris, conosciuto dal pubblico italiano per i tanti film mitologici interpretati in Italia, che ha sempre allenato gli addominali in posizione sospesa.

“Cominciai a praticare il body building negli anni ’50, quando ero alle scuole superiori” – dice Brad Harris – “Muscle Beach era la mecca del body building a quel tempo, così ero solito andarci nei weekends per vedere che tipo di allenamento facevano i ragazzi che la frequentavano. Un esercizio che era molto popolare allora, come adesso, consisteva nello stare aggrappati ad una sbarra per trazioni con il corpo sospeso, sollevando le ginocchia fino all’altezza del petto. Così cominciai a farlo anche io notando, tuttavia, che molto prima di fare realmente un buon lavoro per gli addominali, gli avambracci si stancavano, si stressavano i gomiti e le spalle, mentre le mani cominciavano a diventare callose.

Amavo questo esercizio ma simili problemi mi infastidivano. Cercai, quindi, di fare le alzate di gambe stando su una panca inclinata: neppure questo mi soddisfaceva sentendo gli stessi fastidi che avvertivo con la sbarra”.

La scorsa estate, prima di partire per lo Sri Lanka dove sarebbero iniziate le riprese del nuovo film “Giungla Rovente”, Brad si allenava allo Sport Center di Albert Busek a Monaco.

L’attore stava facendo di nuovo quell’esercizio, quando in un lampo di genio, sviluppò l’idea del suo gancio a fascia che in seguito ha chiamato AB-ORIGIONALS.

“Dopo aver avuto quest’idea” – spiega Brad – “andai da un pellettiere a Monaco e gli spiegai quello che volevo. Così egli lavorò delle fasce con uno speciale tipo di tela. Poi avevo bisogno di qualcosa che si agganciasse alla sbarra: andai allora in una ferramenta e comprai alcuni grossi uncini ad S.

Provai subito l’intera cosa accorgendomi che avevo ragione: funzionava benissimo!

Formando quel triangolo con le fasce, le braccia sono appese confortevolmente. Conosco molti culturisti che usano delle fascette intorno ai polsi quando fanno le alzate di gambe: forse ancora non sanno che forzano le giunture dei gomiti e delle spalle”.

Durante le sei settimane di riprese cinematografiche nello Sri Lanka, Brad trovò che il suo allenamento per gli addominali era così efficace che decise che l’idea era troppo buona per tenerla unicamente per se stesso. “Questa è una grande idea” – pensò – “questo è qualcosa che posso dividere con il mondo”.

Ed è quello che sta facendo.

Ritornato negli Stati Uniti, dopo essere passato dall’Italia a trovare i suoi amici del New Center Gym (non manca mai di salutare quando passa dall’Europa, essendo legato da profonda amicizia con Massimo, Renato e Natale), si rimise all’opera per migliorare la qualità del prodotto.

Le pesanti fasce di tela furono rimpiazzate da una leggera ma ugualmente robusta fascia di seta. Gli uncini ad S furono sostituiti da moschettoni simili a quelli usati dagli scalatori.

Probabilmente il più grande beneficio degli AB-ORIGIONALS di Brad Harris è che, potendo fare le alzate di gambe sospesi in maniera molto più efficace e confortevole, permettono una serie di varietà e particolarità nell’allenamento degli addominali che può portare ad un nuovo standard di sviluppo degli stessi.

“Ah non ci sono dubbi” – dice Brad – “Una volta che tu cominci ad usare gli AB-ORIGIoNALS, ti rendi conto che li puoi usare in molte differenti posizioni; puoi cambiare di poco o di molto queste posizioni in modo da isolare differenti aree della tua regione addominale. Puoi alzare le ginocchia fino al petto ed anche più in alto, torcendo la tua vita come se fossi su di una sfera. Appena diventi più esperto puoi cominciare ad aggiungere pesi alle caviglie, in modo da rafforzarle.

Puoi metterti in maniera da lavorare i tuoi intercostali – per esempio oscillando – tenendo piegate le ginocchia sotto le braccia sulla stessa linea, prima da un lato e poi dall’altro. Inoltre puoi fare la bicicletta, come tipo di esercizio per gli addominali, muovendo le gambe in un movimento circolare e tenendo le ginocchia sollevate.

Così puoi isolare ogni parte degli addominali. Ed inoltre è un modo anche per stirare la tua colonna vertebrale, stando sospeso alla sbarra.

I miei addominali sono sempre stati buoni ma adesso sono duri come una roccia. Non corro più il rischio del mal di schiena, perché difficilmente essa viene coinvolta”.

Questi commenti devono essere tenuti in considerazione, soprattutto perché provengono da un “ragazzo” che si allena da 40 anni e che può legittimamente dire: “Ho provato ogni cosa e so quello che funziona”.

 

(275)

PARTNERSHIP

adv_6                  amia f. spesso            logo CMYK                A4M-Logo

Presidente AFFWA                                           Vicepresidente  A.M.I.A.                            Socio fondatore S.I.N.E.                  Speaker internazionale


LOGOmedwellness               adv_1               adv_4  FORUM              adv_2