Home ARTICOLI Allenamento COME MANTENERSI IN FORMA IN VACANZA

COME MANTENERSI IN FORMA IN VACANZA

162
0

2000

A parte il discorso agonistico senz’altro la maggior motivazione per raggiungere un “picco”  di forma è la prospettiva di presentarsi al massimo della forma durante le vacanze estive, soprattutto se abbiamo programmato la nostra vacanza al mare dove per forza di cose il costume da bagno è obbligo e non ci sono quindi modi di mascherare eventuali difetti fisici.

E infatti nei mesi precedenti  l’estate i centri estetici e di dimagrimento si saturano, i richieste di interventi, le palestre vivono la loro ultima gettata di abbonamenti, e i negozi d’integratori impennano il loro fatturato con termogenici e “Fat burner”.

L’abbiamo detto cento volte che bisogna mantenersi in forma tutto l’anno, ma le vacanze di Natale e pure quelle di Pasqua poi, hanno minato i nostri buoni propositi e a circa tre mesi dalla agognata vacanza la prova “costume da bagno” ci fa pensare ad una bella crociera “oltre capo nord” (come farò io quest’anno) dove le temperature ci permetteranno di mantenere  la nostra  cara “felpa” coprente. Ma dopo questo momentaneo pensiero negativo (non che una crociera nei  mari del nord sia un fatto negativo) ci rinfranchiamo, pensando che in fondo tre mesi sono il tempo giusto per mettersi al massimo della forma, ci vuole solo sacrificio, costanza e pazienza alla fine dei tre mesi  saremo in perfetta forma, in fondo è successo cosi anche altre volte.

E allora a causa dei tortellini e del panettone di natale e della colomba e dell’uovo di pasqua cominciamo ad allenarci due volte al giorno, a seguire una dieta  ipocalorica  e  a prendere tutti gli integratori  possibili che possono aiutarci a perdere il più velocemente possibile il grasso corporeo. Non dobbiamo fare una gara  e questo “tour de force”  a volte  ci può sembrare eccessivo  e in momenti di sconforto  e di estrema fame  e stanchezza ci viene da dire :” ma chi me lo fa fare” ma poi l’idea di presentarci in spiaggia senza addominali ci fa perseverare. Alla fine dei tre mesi quello che sembrava impossibile, diventa realtà, siamo veramente in forma, orgogliosi  di noi stessi possiamo finalmente goderci le meritate vacanze. E qui viene il bello o il brutto, a seconda del punto di vista.  Abbiamo lavorato  in ufficio, o in fabbrica, tutto l’anno, negli ultimi tre mesi inoltre ci siamo allenati come dei matti e abbiamo sofferto la fame, ora è giunto  il momento di goderci il meritato relax, e la vacanza rappresenta il momento ideale  dove ci possiamo concedere ozio, cibo e sesso a  volontà.  Ma purtroppo  i primi due fattori  non controbilanciati del terzo,  a meno che non ci portiamo dietro una valigia di viagra, minacceranno  la nostra forma fisica ed il grasso cosi faticosamente debellato, in poco tempo  riaffiorerà in superficie  distruggendo in poco più di due settimane tutti i nostri sacrifici di tre mesi. Ma  è proprio inevitabile questo processo?

Come possiamo fare in modo  che le vacanze estive non distruggano tutto il nostro lavoro preparatorio?

Ci sono varie maniere, innanzitutto la scelta del luogo della vacanza. Per esempio se scegliamo di andare a S.Monica  a Los Angeles il regno del Fitness e del Bodybuilding per forza avremo le motivazioni e saremo quasi costretti a mantenerci in forma e ci troveremo  quasi senza accorgerci, quasi tutti i giorni in palestra. Ma quello non è quello che ci dice una vacanza rilassante; senz’altro per recuperare lo stress di un anno d’intero lavoro è  molto meglio  un paio di settimane in un isola caraibica  o addirittura in un atollo della Polinesia, o anche in assolata spiaggia del nostro  splendido meridione. Bene, in questo caso probabilmente non troveremo una palestra oppure sarà chiusa per ferie per cui dovremo cercare di arrangiarci facendo un minimo di esercizi per mantenere il nostro tono muscolare. Se siamo fortunati poteremo trovare delle spiagge attrezzate  con parallele, sbarre per trazioni  altrimenti due seggiole affiancate sulle quali fare delle flessioni, un ramo d’albero o una trave  dove appendersi per fare trazioni possano fare al caso nostro. Circa 20’ di questi esercizi  a corpo libero seguiti da una decina di minuti di esercizi  per gli addominali, per un totale di 30’ eseguiti a giorni alterni saranno sufficienti a mantenere  i nostri muscoli tonici e brillanti.

Questo allenamento di tonificazione andrebbe alternato con una sessione di aerobica, utile per stimolare il metabolismo  a bruciare un po’ più di calorie.

L’ideale sarebbe effettuarla subito al mattino a digiuno, in questa maniera si brucia più grasso  ci sentiamo meno colpevoli al “ Buffet” successivo. Se  corriamo su un percorso piano e omogeneo dovremo fare almeno 30’ se invece corriamo sulla spiaggia, essendo nettamente più faticoso, dato la sprofondamento dei piedi nella sabbia, 20’ saranno più che sufficienti. Se invece troviamo delle scalinate da poter percorrere in su e in giù  allora data l’intensità dello sforzo potranno bastare anche solo 15’  ed avremo tra l’altro sollecitato in maniera significativa anche la muscolatura degli arti inferiori.

Ma l’allenamento non basta per mantenersi in forma, bisogna anche stare attenti all’alimentazione. Non voglio dire che dobbiamo continuare con la  nostra “dieta” che abbiamo  seguito fino adesso per metterci in forma ma neanche, che dobbiamo “mollare“ completamente  abbuffandoci di pizza, gelato, dolci, drink. Il mio consiglio è di indugiare soprattutto sulla frutta, dolce succosa e gratificante ma nello stesso tempo idratante e ricca di fattori protettivi  anche nei confronti delle radiazioni solari alle quali ci esporremo in misura maggiore rispetto agli altri mesi, il gelato se consumato con moderazione non è assolutamente quella aberrazione alimentare che taluni possono pensare ma è anzi un alimento abbastanza completo  e nutriente adatto per l’estate, e non dimentichiamo di apportare la quota proteica necessaria per mantenere la nostra muscolazione piena e tonica: 1.5 di proteine per kg corporeo in questo periodo saranno sufficienti. Uno yogurt e una  omelette a colazione, un petto di pollo a pranzo ed una porzione di pesce alla sera saranno sufficienti per apportare le proteine necessarie per i nostri muscoli senza doverci portare dietro ingombranti barattoli di polvere proteiche. Diverso è il discorso per gli altri integratori tipo amminoacidi, termogenici, fat burner, acido lipoico, il mio consiglio e di portarci dietro qualche baratolo dei nostri integratori usati nel periodo di preparazione, se non altro perché l’utilizzo moderato dell’integratore mantiene un attitudine positiva sia verso la dieta che verso l’allenamento, codifica un po’ la nostra volontà facendoci rientrare  in un determinato schema  e obiettivo (per esempio se  io prendo l’acetil carnitina o il lipoic pyruvat per bruciare più grassi, in effetti  non ha senso che poi mi mangi un  profiterole). Succede spesso che quando viene tralasciato uno dei tre componenti della preparazione (allenamento, dieta, integratori) anche gli altri poi vengano trascurati. Quindi anche in vacanza è bene mantenere il tutto: allenamento, dieta ed integratori anche se ad un regime più ridotto.

(162)

PARTNERSHIP

adv_6                  amia f. spesso            logo CMYK                A4M-Logo

Presidente AFFWA                                           Vicepresidente  A.M.I.A.                            Socio fondatore S.I.N.E.                  Speaker internazionale


LOGOmedwellness               adv_1               adv_4  FORUM              adv_2