Home ABSTRACT VITAMINA K2 E STIFFNESS ARTERIORA
VITAMINA K2 E STIFFNESS ARTERIORA

VITAMINA K2 E STIFFNESS ARTERIORA

445
0

L’irrigidimento dei vasi sanguigni è un fenomeno che si verifica non solo con l’avanzare dell’età ma anche in alcune condizioni patologiche come il diabete di tipo 2, provocando un eccessivo carico al cuore con conseguenti problemi cardio-vascolari. L’identificazione dei meccanismi che portano alla rigidità arteriosa potrebbe fornire nuove terapie per migliorare questa condizione. La proteina Gla della matrice (Matrix Gla-Protein o MGP) è un inibitore della calcificazione vascolare e lega il calcio presente nelle pareti vascolari mediante un processo di carbossilazione trasportandolo al tessuto osseo. L’attivazione di MGP è dipendente dalla vitamina K2. In un recente studio pubblicato sull’American Journal of Hypertension è stata dimostrata la correlazione tra MGP inattive e calcificazione delle arterie, ovvero irrigidimento vascolare, in soggetti diabetici la maggior parte dei quali presentava anche problemi cardio-vascolare come l’ipertensione. Dai risultati è emerso che un’insufficiente attivazione di MGP vitamina K-dipendente può portare all’irrigidimento delle pareti delle arterie. Ciò suggerisce che la supplementazione di vitamina K nella sua forma maggiormente attiva e biodisponibile, ovvero come menaquinone -7, risulta necessaria per attivare l’MGP. Altri studi pubblicati su Clinical Nutrition dimostrano come l’integrazione di vitamina K2, assunta a dosaggi di 180 mcg al giorno per 3 anni sia in grado di inibire la stiffness arteriosa, promuovendo l’elasticità dei vasi e riducendo il rischio di mortalità per patologie coronariche.

(445)

PARTNERSHIP

adv_6                  amia f. spesso            logo CMYK                A4M-Logo                  


LOGOmedwellness               adv_1               adv_4  FORUM              adv_2