Home 2013 marzo

L’attività fisica promuove la salute cognitiva

Studi precedenti , hanno associato l’attività fisica con un più basso rischio di declino cognitivo e la progressione verso la demenza. Ana Verdelho, presso l’Università di Lisbona (Portogallo), e colleghi coinvolti nello studio LADIS (Leucoaraiosi e Disabilità), ha studiato 638 uomini e donne, di età media 74,1 anni. La risonanza magnetica ha rivelato la gravità […]

L’obesità accelera il declino cognitivo

Uno studio condotto su più di 6.000 persone, ha rivelato che le persone con “anomalie metaboliche” possono avere un calo più rapido delle loro abilità cognitive. Archana Singh-Manoux, PhD, INSERM, dell’istituto di ricerca francese a Parigi e dell’Università di Londra, in Inghilterra, e colleghi, hanno raccolto informazioni sull’indice di massa corporea (BMI) e fattori di […]

Ridurre l’acidità per sconfiggere il cancro

Per sconfiggere il tumore, oltre che attaccarlo direttamente, si può tentare di distruggere il suo habitat. E’ questa la strategia a cui lavora da più di cinque anni Licia Rivoltini, responsabile dell’Unità di Immunoterapia dei tumori umani dell’Istituto nazionale tumori di Milano. «Crescendo, un tumore causa profondi cambiamenti del microambiente: il pH fisiologico è 7.4, […]

La trappola delle calorie nascoste

I media si occupano moltissimo di cibi e calorie, nelle scuole si fa informazione sulla corretta alimentazione eppure sono ancora tante le trappole e le false credenze su che cosa faccia davvero ingrassare. Lo dimostra uno studio pubblicato da Appetite e condotto su 55 adulti obesi e sedentari: sovrastimavano tutti le calorie dei cibi comunemente […]

Tenere sotto controllo il testosterone: riposarsi fra le serie

Si pensa che il testosterone partecipi più alla costruzione del muscolo, che all’ossidazione dei grassi. Tuttavia, la sua concentrazione è inversamente proporzionale a quella degli estrogeni: meno testosterone si ha, più spazio si lascia per gli estrogeni e più difficile diventa dimagrire. Fare attenzione agli intervalli di riposo può influenzare i livelli di testosterone: uno […]

Sempre più conferme sul latte materno

Un’ulteriore conferma del fatto che il latte materno sia preferibile a quello artificiale, specialmente per i bambini prematuri, è arrivata da un nuovo studio condotto dall’Università della California di San Diego. I ricercatori hanno confrontato l’effetto del latte materno e di quello artificiale, predigeriti con enzimi pancreatici, su colture di cellule umane intestinali, epiteliali e […]