Il giusto sonno per meglio rispondere ai dettami del Dna.

Sessanta minuti di riposo notturno in più possono davvero modificare radicalmente, ovviamente in senso positivo, la qualità di vita delle persone. Passando da 6 a 7 ore di sonno, infatti, l’organismo può arrivare a reagire in maniera profondamentale diversa di fronte a tanti stimoli esterni, mantenendo al meglio l’omeostasi positiva. Il dato emerge da uno […]

L’ipoglicemia nel paziente in terapia con antidiabetici orali