Home 2014 giugno

Endocrine disrupting chemicals e fecondazione umana

  Interferenti endocrini (EDC Endocrine disrupting chemicals ) hanno la capacità di alterare l’equilibrio ormonale del corpo replicando l’attività degli estrogeni naturali. Gli EDC sono onnipresenti in una vasta gamma di prodotti alimentari, tessuti, farmaci, prodotti per la casa,per la cura personale comunemente disponibili, come bottiglie di plastica, giocattoli e cosmetici. Timo Strunker, del Centro […]

I FLAVONOIDEI DELL’ ARANCIO AMARO PREVENGONO LA CRESCITA DI CELLULE ADIPOSE

Colesterolo LDL ed evoluzione del cancro

Un fattore generalmente utilizzato come marker per le malattie cardiache, sono le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL), conosciuto come colesterolo “cattivo”. Thomas Grewal, presso l’Università di Sydney (Australia), e colleghi hanno dimostrato che il colesterolo LDL controlla il traffico di piccoli vasi che contengono anche le integrine, molecole che si pensa aiutino le cellule tumorali […]

I probiotici possono ridurre il grasso nel fegato.

Citrullina per valutare lo stato dell’intestino

  La Glutammina è il combustibile preferito per l’intestino tenue del ratto e promuove la crescita della mucosa intestinale, in particolare in caso di lesione. Quantitativamente, la glutammina è un importante precursore per il rilascio della citrullina intestinale. Uno studio recente è stato eseguito allo scopo di determinare se l’effetto della glutammina sull’aumento in altezza […]

I fiocchi d’avena proteggono cuore e linea.

Così l’inquinamento attacca il cuore

Quando si pensa all’aria inquinata delle nostre città si fa quasi sempre riferimento ai problemi che idrocarburi, gas di scarico e polveri sottili possono determinare sulla salute dell’apparato respiratorio, diventando un fattore di rischio per lo sviluppo di patologie come asma e broncopneumopatia cronica ostruttiva. In realtà l’aspetto che lega la cattiva qualità dell’aria alla […]

Gli effetti positivi della caffeina sulla memoria a lungo termine.

La caffeina contro la demenza?

Anche se nulla è stato dimostrato definitivamente su come proteggersi contro l’invecchiamento cognitivo, o contro malattie correlate alla demenza come il morbo di Alzheimer, decenni di ricerche suggeriscono che tra gli approcci specifici,il consumo di caffè può essere efficace. Mentre il caffè e la caffeina sono noti per migliorare la memoria a breve termine, alcune […]

La caffeina aumenta le performance negli esercizi di alta potenza.

L’uso del fruttosio come dolcificante

I risultati di studi a breve termine sull’uomo suggeriscono che, rispetto al glucosio, il consumo acuto di fruttosio porta ad una maggiore spesa energetica post-prandiale e ossidazione dei carboidrati con diminuzione  della ossidazione postprandiale dei grassi . L’obiettivo di uno studio recente era di determinare i potenziali effetti di un aumento del consumo di fruttosio […]

L’attività fisica previene il cancro al seno

Prezzemolo d’aiuto nelle terapie anticancro?

Esiste una proteina, chiamata tecnicamente Breast Cancer Resistance Protein, che può favorire la resistenza alla chemioterapia antitumorale da parte dei tessuti in caso di carcinoma mammario. In alcuni vegetali di uso comune in cucina come il prezzemolo o il sedano, peraltro ci sarebbe una sostanza che almeno in laboratorio ha dimostrato di poter contrastare questa […]

Gli effetti positivi della caffeina sulla memoria a lungo termine.

Tutti i segreti del licopene

Se ne parla molto in chiave di prevenzione antitumorale, soprattutto per il carcinoma della prostata ma non solo. Per questo il licopene è una sostanza che sta balzando sempre di più all’attenzione di chi si occupa di chemioprevenzione, visti i risultati di numerosi studi epidemiologici che sembrano confermare l’effettiva attività protettiva del composto. Non limitandola […]

Non solo sonno, melatonina anticancro?

Un’alga contro il colesterolo

L’elevato livello di colesterolo nel siero è considerato un fattore di rischio per le malattia cardiovascolari (CVD).Un recente studio in doppio cieco randomizzato controllato con placebo è stato condotto per verificare l’ipotesi che una dose giornaliera di Chlorella possa migliorare il profilo lipidico sierico attraverso il miglioramento della concentrazione sierica di carotenoidi nei soggetti moderatamente […]

Le fragole contro il colesterolo