Home 2019 luglio

LA CAFFEINA AUMENTA LA RESISTENZA DURANTE L’ESECUZIONE DI ESERCIZI AD ALTA INTENSITÀ

La caffeina aumenta le prestazioni negli esercizi di endurance e negli esercizi di breve durata  ad alta intensità.  Ciò avviene perché durante gli esercizi  di resistenza, la caffeina favorisce il risparmio delle riserve di glicogeno, forma di deposito dei carboidrati nel nostro organismo, e diminuisce la percezione dello sforzo così da far sembrare l’esercizio più […]

CAFFEINA E ATP MIGLIORANO LA COMPOSIZIONE CORPOREA

STRETCHING: AGIRE IN MODO EFFICIENTE CONTRO I DOLORI ALLE ARTICOLAZIONE

Il dolore alle articolazioni può privare l’uomo dei più semplici piaceri della vita come mantenere una posizione eretta e passeggiare, fare giardinaggio o rincorrere una palla da tennis in campo. Anche in movimenti di base per superare la giornata, come salire in macchina o scendere le scale, si possono riscontrare delle difficoltà. Le cause più […]

PROBIOTICI: EFFICACI ANCHE PER L’ARTRITE REUMATOIDE

STEROIDI ANABOLIZZANTI PROMUOVONO IL RECUPERO POST-INTERVENTO DI SOSTITUZIONE DEL GINOCCHIO

L’intervento di sostituzione del ginocchio è eseguito solitamente in soggetti anziani caratterizzati anche da una significativa perdita di massa muscolare e ossea. Il successo dell’intervento e il miglioramento della qualità della vita dipendono dall’efficienza della riabilitazione postoperatoria. Alcuni ricercatori australiani, guidati da Erik Hohmann, hanno scoperto che la somministrazione di una piccola quantità di un […]

LA CREATINA RIDUCE GLI EFFETTI DEI CORTICOSTEROIDI DOPO L’ESERCIZIO FISICO

BASSI LIVELLI DI TESTOSTERONE SONO ASSOCIATI AD INSULINO-RESISTENZA E METABOLISMO LENTO

Durante l’invecchiamento gli uomini tendono ad essere soggetti ad un aumento del grasso addominale, ad insulino-resistenza e ad una riduzione della capacità aerobica. Diversi studi suggeriscono la presenza di un legame tra il calo dei livelli di testosterone e la compromissione della salute metabolica. I ricercatori del Massachusetts General Hospital di Boston hanno scoperto che […]

SARCOPENIA E CONDIZIONE DISABILITANTE NELL’ANZIANO

L’ARGININA INCREMENTA GLI EFFETTI DEL TESTOSTERONE

Specialisti nell’ambito della fertilità hanno utilizzato l’aminoacido L-arginina per incrementare la performance sessuale e il volume dello sperma per più di 25 anni. Ad oggi viene utilizzato anche nel bodybuilding come integratore alimentare con l’obiettivo di stimolare maggiormente la produzione di GH, ormone della crescita. Alcuni ricercatori spagnoli hanno scoperto, attraverso un esperimento effettuato su […]

CAMBIAMENTI ORMONALI NEL BODYBUILDING

ALIMENTI PER COMBATTERE L’INFIAMMAZIONE

L’ormai nota correlazione tra infiammazione e malattie croniche ha dato origine ad una moltitudine di programmi dietetici, supplementi nutrizionali e guide sul corretto stile di vita, molti dei quali consentono di migliorare la salute contrastando l’infiammazione. È altrettanto vero però che la scienza non si ferma mai, infatti si stanno scoprendo nuovi elementi che potrebbero […]

GLI EFFETTI DELLA MEDITAZIONE SULL’INFIAMMAZIONE

UN ALLENAMENTO VELOCE ED ECCENTRICO AUMENTA LA FORZA MUSCOLARE

L’elevata  tensione esercitata sui muscoli,  durante lo svolgimento di esercizi contro resistenza, è un elemento cruciale per l’ipertrofia muscolare perché accelera l’entrata degli aminoacidi nelle cellule muscolari per formare nuove proteine contrattili. Inoltre l’alta tensione danneggia il muscolo, fenomeno che è alla base dell’ipertrofia e dell’iperplasia muscolare. Nello studio della meccanica di contrazione muscolare si […]

STRESS E RECUPERO DALL’ALLENAMENTO

UN’ INTEGRAZIONE A BASE DI PROTEINE WHEY MIGLIORA IL CONTROLLO GLICEMICO

Pasti ad alto contenuto di carboidrati semplici causano notevoli variazioni dei livelli di glucosio e insulina nel sangue e più precisamente alimenti ad alto IG, indice glicemico, determinano un rapido  aumento dei livelli di glicemia e conseguentemente anche della quantità di insulina rilasciata. L’insulina è un ormone peptidico e come tale si lega ai suoi […]

ZENZERO E DIABETE, CONFERMATI I RISULTATI POSITIVI