Home ABSTRACT Abstract Massimo Spattini – Allenamento e anziani
Abstract Massimo Spattini – Allenamento e anziani

Abstract Massimo Spattini – Allenamento e anziani

50
0

Massimo Spattini pubblica un abstract  “L’allenamento per la forza muscolare migliora la capacità funzionale e la qualità della vita degli anziani”

 

Come dimostrano gli studi effettuati dal gruppo di ricerca “Biochimica e fisiologia del movimento” presso l’Università Pubblica di Navarra condotti dal professor Mikel Izquierdo-Redin, dodici settimane di allenamento volte a potenziare la forza muscolare nelle persone anziane sono molto efficaci per migliorarne la capacità funzionale e la qualità della vita.

I risultati confermano le ipotesi sollevate negli ultimi decenni da vari ricercatori per quanto riguarda la capacità dell’allenamento per la forza per impedirne o ridurne la perdita nelle persone anziane. Mikol Izquerdo spiega: “E ‘stato stabilito come le persone tra i 60 ei 70 anni di età che hanno partecipato a quattro mesi di programma per sviluppare forza e massa muscolare hanno riacquistato la capacità funzionale e la potenza muscolare di venti anni prima, in altre parole , erano gli stessi dei loro coetanei che hanno iniziato lo stesso programma di formazione all’età di 40 anni.

Dal suo punto di vista sono quindi due ottime ragioni per cui bisogno incoraggiare le persone ad intraprendere esercizi fisici regolarmente dall’età di 50 anni in avanti: “prima di tutto si tratta di una pietra angolare nella prevenzione e nel trattamento delle malattia cardiovascolari ed altri disturbi cronici e, secondariamente, perché essa gioca un ruolo cruciale nella prevenzione e nel trattamento del declino della capacità funzionale che, specialmente in questa età, tende ad emergere in modo altamente significativo.” In questo senso i ricercatori insistono sul fatto che l’esercizio fisico sarebbe una misura importante per migliorare la capacità funzionale delle persone anziane e per ridurre la spesa sanitaria. L’interesse nei confronti dell’invecchiamento è cresciuto in modo esponenziale negli ultimi decenni e alcuni dei suoi aspetti, come la fragilità e la disabilità, sono diventati il centro dell’attenzione della ricerca. In Spagna, durante gli ultimi cento anni,la popolazione è raddoppiata, il numero dei sessantacinquenni è aumentato di sette volte e quello degli ottantenni di tredici volte. L a perdita di massa e qualità muscolare negli anziani è direttamente collegata alla riduzione di mobilità e capacità di svolgere attività considerate basilari per la vita quotidiana. Questa perdita di massa e qualità muscolare si è manifestata in malattie respiratorie e cardiovascolari, nell’ambito del processo multifattoriale di queste malattie limita la partecipazione dei pazienti alle attività quotidiane contribuendo in tal modo al rischio di mortalità.

In questo contesto gli interventi che si sono dimostrati più efficaci nel ritardare la disabilità e altre situazioni che sopraggiungono con l’avanzare degli anni sono i programmi di esercizio fisico e, soprattutto, l’allenamento per la forza. Questo tipo di allenamento si è dimostrato efficace in eventi frequentemente associati a cadute, deterioramento cognitivo e depressione.

 

Allenamento specifico

Un allenamento relativamente intenso deve essere adattato alla capacità funzionale del paziente ed è accompagnato da aumenti significativi della forza muscolare, condizione fisica, mobilità articolare, capacità motorie, autostima e longevità, a prescindere dall’età e dal sesso, purché l’intensità e la durata del periodo di formazione siano sufficienti.

Gli aumenti iniziali in forza possono raggiungere il 10-30% durante le prime settimane o 1-2 mesi di allenamento, sia nelle persone di mezza età che negli anziani.

Un secondo studio è stato in grado di dimostrare come nelle persone anziane la prescrizione di un programma di allenamento che combina la forza muscolare ad esercizi di endurance è una delle migliori strategie per migliorare le funzioni neuromuscolare e cardiovascolari migliorando contemporaneamente le capacità funzionali e promuovendo la salute e la qualità della vita. E’ stato osservato inoltre che la miglior sequenza per ottenere i massimi benefici da un programma di allenamento è svolgere l’allenamento per la forza prima degli esercizi cardiovascolari di endurance.

Ufficio Stampa Dott Massimo Spattini

(50)