Home ARTICOLI ANABOLIZZANTI E DISFUNZIONE ERETTILE

ANABOLIZZANTI E DISFUNZIONE ERETTILE

8.81K
0

Sportman & Fitness – settembre 2005

Domanda

Salve Dott. Spattini , ho 43 anni compiuti e da diversi anni pratico il BB amatoriale. Niente doping , solo allenamento duro e alimentazione corretta , neanche integratori.

Questo fino al 2004.

Visti i buoni risultati raggiunti e consigliato da alcuni ex agonisti ho deciso di dare una spinta anabolica…così mi sono procurato il Deca e ho fatto due cicli di 8 settimane ognuno distanziati da 4 settimane di off. Composti da due iniezioni (lunedì e giovedì) da 200 mc.. I risultati sono stati per me molto soddisfacenti. Ho guadagnato 3 kg. di massa magra con un body fat del 5-6% arrivando a kg. 75 per 1,75 di altezza. A questo punto ho smesso di assumere e ho continuato ad allenarmi ed alimentarmi come prima. Il fisico raggiunto mi soddisfaceva appieno , avevo raggiunto il mio ideale. Tutto sembrava a posto ma nel giro di qualche mese ho cominciato ad avere problemi nella tenuta dell’erezione. Così sono andato da un urologo il quale mi ha prescritto delle analisi ormonali. Tali analisi le avevo fatte già nel 2003 e risultava che i valori del testosterone , sia libero che totale , si trovavano nel mezzo del range indicato. Nelle analisi di adesso invece i valori erano al di sotto del range minimo , mentre risultavano normali LH ecc. L’urologo mi prescrive Cialis per la DE (disfunzione erettile) e Testogel per un mese per rialzare i livelli , a seguito nuove analisi. Nelle nuove analisi i valori del testosterone libero e totale sono saliti di 1 punto oltre il range massimo , normali gli altri valori , compresa PSA. Passano dieci giorni e la disfunzione si ripresenta e nel frattempo in questi circa 3 mesi non solo ho perso 3 kg. di massa magra , ma mi sento debole e catabolico.

A questo punto la cosa che mi interessa di più è recuperare la funzionalità erettile e secondariamente riuscire a recuperare questi 3 kg. di massa magra.

Cosa posso fare?

Grazie per l’aiuto che vorrà darmi.

Giovanni

Risposta

Caro Giovanni , ecco un altro esempio di come i “consigli” degli “amici” possono essere devastanti.

In realtà proprio perché avevi buoni risultati ed i tuoi valori ormonali erano nella media , dovevi continuare ad allenarti duramente ed alimentarti ancora meglio e se mai potevi iniziare a prendere gli integratori.

Invece hai cominciato subito , non ad usare ma ad “abusare” degli anabolizzanti.

Quattrocento mg alla settimana sono più di 10 volte la dose terapeutica con la quale avresti avuto gli stessi risultati di guadagno muscolare ma probabilmente non gli effetti collaterali.

La dose elevata ed il lungo tempo di terapia (20 settimane , in quanto le 4 settimane off non sono riuscite a “drenare” il farmaco ed a liberare l’organismo delle sue interferenze in quanto il Decadurabolin – ovvero il Nandrolone Decanato – è un prodotto ad azione lunga e ritardata ed il suo effetto permane nell’organismo per circa 3 settimane) hanno creato  un feed back negativo a livello del tuo asse ipotalamo – ipofisi – gonadi (HPTA) : l’ipotalamo stimola l’ipofisi che stimola le gonadi a produrre testosterone. Quando avviene ciò l’ipofisi e le gonadi , cioè i testicoli , si mettono a riposo e non producono più testosterone in quanto l’organismo avverte la presenza di testosterone o di un suo analogo somministrato dall’esterno e non ritiene necessario produrne altro.

Questo blocco comporta un’alterazione dell’equilibrio dell’asse HPTA ed una tendenza all’atrofia (riduzione delle dimensioni) dei testicoli.

In un individuo di 43 anni è già facile trovare una condizione di PADAM (Partial Androgen Deficency of Aging Male con bassi livelli di testosterone) ; non era però questo il tuo caso , anche se è indubbio che a 43 anni l’HPTA ha un equilibrio più precario che a 25 anni e se lo andiamo ad alterare le conseguenze possono essere quelle da te evidenziate.

A questo punto però bisogna trovare la soluzione.

La prescrizione dell’urologo è più di tipo sintomatologico , cioè combatte il problema con il Cialis per la disfunzione erettile ed il Testogel per alzare i livelli di testosterone.

Io però la considererei una terapia palliativa che non risolve il problema alle sue radici , in quanto l’ulteriore somministrazione di testosterone esogeno , anche se in gel , contribuisce ad inibire la tua produzione endogena e , alla sospensione dello stesso , il problema si ripresenta.

Per dare una risposta dettagliata necessitano ulteriori dati : grado dell’eventuale atrofia testicolare , risposta ipofisaria al test da stimolo , valutazione di altri ormoni come la prolattina ed il B – estradiolo.

Probabilmente sarà necessario un utilizzo di farmaci per ripristinare il trofismo testicolare e l’asse HPTA , quali gonadotropine corioniche , GNHRH e clomifene o arimidex ovviamente il tutto sotto stretto controllo di un endocrinologo.

Nel frattempo puoi assumere i seguenti integratori :

PRIMA DI COLAZIONE

1 cp. Lipoic Pyruvat

4 cp. TZ-M.E.N.

4 cp. Acetilcarnitina

6 cp. NIOX

1 cp. Metoxicrysen

A PRANZO

1 cp. Lipoic Pyruvat

4 cp. TZ-M.E.N.

4 cp. Acetilcarnitina

1 cp. Metoxicrysen

PRIMA DELL’ALLENAMENTO

4 cp. TZ-M.E.N.

6 cp. NIOX

8 cp. BCAA

4 cp. Acetilcarnitina

A CENA

1 cp. Lipoic Pyruvat

4 cp. TZ-M.E.N.

6 cp. NIOX

Allenati solo 3 volte alla settimana per una durata di 1 ora al massimo : niente aerobica , pesi pesanti , esecuzione esplosiva , pause di 2-3 minuti tra un esercizio e l’altro. Assumi quotidianamente : 2 rossi d’uovo, 50 gr. di parmigiano , 30 gr. di olio di oliva , 50 gr. di mandorle. La giusta quantità di grassi nell’alimentazione favorisce la produzione di testosterone.

 

(8806)