Home ABSTRACT

ABSTRACT

I BENEFICI DELL’AGLIO

Ormai tutti sappiamo che l’aglio, oltre ad insaporire moltissime pietanze, è uno straordinario superfood. L’aglio è un vegetale altamente nutriente quasi privo di calorie, che contiene diverse sostanze in tracce che contribuiscono a potenziare il suo effetto benefico. Assunto sia come alimento che come integratore l’aglio è in grado di rafforzare il sistema immunitario e […]

SUCCO DI BARBABIETOLA ROSSA, UN ENERGY DRINK NATURALE

CANCRO, INVECCHIAMENTO E INFIAMMAZIONE

I ricercatori hanno scoperto nuove informazioni sulla biologia dei telomeri e sul ruolo che svolgono nelle malattie legate all’età. Un team di ricercatori dell’Università di Pittsburgh, guidato da Patricia Opresko, ha fatto una scoperta cruciale sui telomeri, i cappucci terminali del DNA. I telomeri (sequenze ripetute di DNA) si accorciano ogni volta che una cellula […]

L’ESERCIZIO FISICO INTENSO RIDUCE L’INVECCHIAMENTO CELLULARE

NPY: LA PROTEINA CHE ALLUNGA LA VITA

Questo peptide neurotrasmettitore svolge un ruolo importante nella assunzione di cibo. I ricercatori hanno scoperto una molecola che svolge un legame fondamentale tra restrizione dietetica e la longevità nei mammiferi. Questa scoperta potrebbe portare allo sviluppo di nuove terapie per inibire malattie legate all’età. Diversi studi hanno dimostrato che una moderata restrizione dietetica può aumentare […]

INTERVISTA AL DR. MASSIMO SPATTINI – Parmaonline

I BENEFICI ANTI-AGING DEI BROCCOLI

Gli scienziati del St. Louis Washington University School of Medicine hanno dimostrato in uno studio pubblicato sulla rivista Cell Metabolism che dare a topi sani un composto naturale chiamato NMN (nicotinamide mononucleotide) ha compensato la perdita di efficienza nel processo di produzione di energia, fattore chiave nel processo di invecchiamento. La capacità delle cellule di […]

NPY: LA PROTEINA CHE ALLUNGA LA VITA

GLI ALIMENTI PER LA LONGEVITÀ: 5 ALIMENTI CHE POSSONO RIDURRE IL RISCHIO DI MORTE

Ormai dovremmo tutti sapere che i cibi fritti e trattati ci stanno portando ad una morte prematura, ma per ogni cibo che aumenta il nostro rischio di morte prematura, c’è n’è un altro che lo abbassa. Tè La ricerca presentata nel 2014 dalla Società Europea di Cardiologia Congresso (ESC) di Barcellona, in Spagna ha dimostrato […]

Le noci contro la malattia di Alzheimer.

PUÒ LA TERAPIA SOSTITUTIVA CON TESTOSTERONE MIGLIORARE L’ANEMIA IN UOMINI AFFETTI DA IPOGONADISMO?

In uno studio è stato valutato se il testosterone undecanoato sia in grado di attenuare l’anemia e il rischio di malattia cardiovascolare nei pazienti affetti da ipogonadismo. In questo studio osservazionale hanno partecipato 58 soggetti con livelli bassi di testosterone totale (meno di 2,35 ng/ml) e con i sintomi di una carenza di testosterone, anche […]

IL TESTOSTERONE PUO’ ESSERE INDICATO NEL TUO CASO?

L’INTERVAL EXERCISE TRAINING MIGLIORA LA FUNZIONE VASCOLARE NEGLI ANZIANI E NELLE PERSONE CON DIABETE DI TIPO 2

Il Resistance-based interval exercise, con cui s’intende un programma di allenamento ad intervalli con pesi aiuta a migliorare la funzione endoteliale, tra cui il flusso di sangue e la dilatazione dei vasi sanguigni, sia negli anziani che nelle persone con diabete di tipo 2. I risultati suggeriscono che questa sempre più popolare tipologia di allenamento […]

IL MAGNESIO MIGLIORA I MARCATORI METABOLICI

BACCHE, PIASTRINE E PROBLEMI CARDIOVASCOLARI

Dieta e nutrizione hanno un’influenza importante sulla prevenzione e la progressione delle malattie cardiovascolari; un esempio è l’inibizione della funzione piastrinica nel sangue da parte di specifici componenti presenti in frutta e verdura. Aglio, cipolla, zenzero, cioccolato fondente e acidi grassi polinsaturi sono tutti in grado di ridurre l’aggregazione piastrinica. Le bacche contengono una serie […]

MANGIA BENE CHE TI FA BELLO

COME L’ESERCIZIO FISICO PUÒ TRASFORMARE IL GRASSO BIANCO IN GRASSO BRUNO

L’esercizio fisico aiuta nel controllo del peso corporeo e del diabete, migliorando la capacità degli adipociti di bruciare calorie. Tutto ciò in parte avviene grazie all’aumento dei livelli di un ormone chiamato irisina, che viene prodotto durante l’esercizio fisico e che può contribuire a trasformare il grasso bianco in grasso bruno molto più metabolicamente attivo. […]

Il TURNOVER ENERGETICO PREVIENE IL DIABETE DI TIPO 2