Home ABSTRACT COLAZIONE DA RE, PRANZO DA PRINCIPE E CENA DA POVERO… MA SARA’ SEMPRE GIUSTO?
COLAZIONE DA RE, PRANZO DA PRINCIPE E CENA DA POVERO… MA SARA’ SEMPRE GIUSTO?

COLAZIONE DA RE, PRANZO DA PRINCIPE E CENA DA POVERO… MA SARA’ SEMPRE GIUSTO?

1.73K
0

Nel 1970 venne pubblicato un articolo sulla rivista Chronobiologia che dimostrava che consumare un’abbondante colazione al mattino supporta la perdita di peso. Da quel momento in poi sono stati fatti numerosi studi in merito e si è arrivati presto ad affermare che la colazione è il pasto più importante della giornata. Qualsiasi esperto di nutrizione e fitness vi consiglierebbe di fare colazione se volete dimagrire, e un atleta non salterebbe mai la prima colazione.
Uno studio condotto qualche anno dopo, però, ha portato delle novità. Dieci donne sono state divise in due gruppi: un gruppo ha seguito una dieta in cui la maggior parte delle calorie veniva consumata al mattino, l’altro gruppo invece consumava la maggior parte delle calorie giornaliere nelle ore serali. Di tutte le partecipanti è stata analizzata la composizione corporea e i risultati hanno riportato che le donne che mangiavano di più nelle prime ore della giornata perdevano più peso, ma parte di questa perdita era imputabile alla massa magra (quindi non solo perdita di grasso ma anche di muscolo). Viceversa, le donne che consumavano la maggior parte delle calorie a cena dimagrivano mantenendo maggiormente la massa muscolare.
Ecco quindi che a seconda degli obiettivi cambiano i consigli nutrizionali: se si vuole perdere peso vale la regola di una colazione abbondante e una cena light, viceversa se l’obiettivo è dimagrire, perdendo massa grassa ma preservando o aumentando la massa muscolare è più importante consumare la maggior parte delle calorie giornaliere nelle ore serali.

Fonte: J. Nutrition 1997 Jan; 127(1): 75-82.

 

(1734)