Home Aggiornamenti mondo Anti Aging Colesterolo, non solo farmaci per controllarlo
Colesterolo, non solo farmaci per controllarlo

Colesterolo, non solo farmaci per controllarlo

30
0

Il Messaggero del 12 giugno, pagina 20 Prima di tutto l’alimentazione intelligente. Poi, se necessario, si passa ai farmaci. Questa la flow-chart operativa per contenere il colesterolo in eccesso secondo Gino Roberto Corazza, Presidente della Società Italiana di Medicina Interna. Sul fronte alimentare, diverse le proposte per chi deve ridurre i valori del grasso nel sangue. Tre ricerche americane ad esempio consigliano il consumo di tre noci al giorno, per la loro azione di riduzione del colesterolo LDL, quello che si accumula all’interno dei vasi. Allo stesso modo, è utile una tazza di zuppa di fagioli almeno due volte a settimana, l’avena la mattina a colazione all’interno del latte (ovviamente scremato) e, per i più golosi, un quadretto di cioccolato fondente che negli studi clinici si è dimostrato in grado di aiutare a ridurre i valori di colesterolo. Tra le curiosità, va ricordato anche il ruolo del mangostano, molto usato nella medicina popolare in oriente. Uno studio condotto a Roma pare dimostrare un suo effetto positivo. Infine, non va sottovalutato il ruolo di fitostanoli e fitosteroli. Questi ultimi non possono essere sintetizzati dall’uomo e con la loro azione possono limitare l’assorbimento del colesterolo nell’intestino, favorendo l’espulsione del grasso. Secondo la Società Italiana di Medicina Generale fitosteroli e fitostanoli addizionati ai latticini integrano il regime dietetico o la terapia farmacologica, mo non ci può certo pensare che da soli possano sopperire ad abusi alimentari e alla sedentarietà

(30)