Home ABSTRACT Colesterolo? Sorry, abbiamo sbagliato!
Colesterolo? Sorry, abbiamo sbagliato!

Colesterolo? Sorry, abbiamo sbagliato!

75
0

Scusate, abbiamo sbagliato! Così i cardiologi americani fanno ammenda su diversi anni di approccio alla prevenzione delle malattie cardiovascolari. In prima linea ci sono due studiosi dell’Università di Harvard, Paul Ridker e Nancy Cook, che hanno rilevato come ci sia un errore di calcolo, che porta a sovrastimare il rischio cardiovascolare delle persone e quindi ad elevare anche le possibilità che un individuo vada incontro ad un infarto o a un ictus. Di questo errore, che potrebbe aver portato numerose persone ad essere trattate con farmaci, hanno discusso gli esperti di tutto il mondo in occasione del congresso dell’American Heart Association, tenutosi a Dallas. In pratica, di cosa vengono accusati molti cardiologi? D’altro canto c’è anche chi non accetta questa sorta di attacco alle valutazioni fino ad oggi effettuate e che chiede di considerare anche le variazioni che negli ultimi anni hanno coinvolto la popolazione. In particolare, ci sono esperti che accusano i due “rivoluzionari” di Harvard di aver considerato persone particolarmente sane, con un valido controllo di fattori di rischio aggiuntivi al colesterolo. In ogni caso le nuove linee guida Usa stanno sicuramente restringendo il campo all’impiego dei medicinali nel trattamento dell’ipercolesterolemia, (e si parla quasi esclusivamente di statine) che sarebbero da impiegare quasi esclusivamente in prevenzione secondaria, mentre andrebbero prescritti in pochissimi casi in prevenzione primaria.

Il Corriere della Sera del 19 novembre, pagina 23

(75)