Home ABSTRACT Deficit di testosterone, problema per gli over-50.
Deficit di testosterone, problema per gli over-50.

Deficit di testosterone, problema per gli over-50.

98
0

shutterstock_43524850

Non si può parlare di andropausa, visto che la capacità riproduttiva nel maschio si mantiene anche quando gli anni passano. Ma certo il calo delle libido e una certa sensazione di pigrizia possono essere correlati ad un progressiva e graduale carenza di questo ormone, che si osserva sempre più spesso negli uomini di mezza età. Sia chiaro: un progressivo calo del valore di testosterone ematico è del tutto fisiologico con il passare degli anni. l’importante, però, è cercare di evitare quei fattori che possono contribuire a peggiorare la situazione, come il fumo, i dismetabolismi, il diabete: in presenza di queste situazioni i segni della carenza possono risultare più accentuati e soprattutto manifestarsi precocemente. Questa situazione, e più in generale il deficit androgenico, si rivelano sul fronte fisico con quadri fin troppo definiti. Oltre ai segni del tempo più classici, come l’avanzata della calvizie o la comparsa delle rughe, si possono avere impatti anche a carico del sistema nervoso e dell’apparato locomotore. Ad esempio è più alto il rischio di andare incontro a insonnia o depressione, oltre che ad un calo della concentrazione. La muscolatura, del resto, appare meno tonica e addirittura possono comparire i primi segni di osteoporosi, con incremento del rischio di frattura. Come comportarsi? Secondo l’andrologo Aldo Franco De Rose, che firma questa overview sul tema, i mutamenti degli stili di vita errati sono importanti, così come è fondamentale recarsi dal medico quando sintomi e segni sono particolarmente marcati.

Repubblica Salute de La Repubblica del 4 marzo, pagina 49

(98)