Home ARTICOLI Alimentazione E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI SACRIFICARE PASTA E RISO

E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI SACRIFICARE PASTA E RISO

1.33K
0

California Sport & Fitness – giugno 1998

Mancano poco più di due settimane alla più grande “Kermesse” del fitness europeo: il 10° Festival del Fitness.

Avete seguito quasi al 100% i miei consigli per essere al top della forma e ora vi guardate allo specchio ma non siete completamente soddisfatti : vi immaginavate un risultato migliore, tipo quei modelli tutto addominali che si vedono nelle riviste o quei glutei senza un filo di cellulite. Calma!

Innanzi tutto mancano ancora più di due settimane e poi dovete ancora depilarvi, curare l’abbronzatura e trovare il costume idoneo che metta in risalto il vostro fisico. Non avete mai visto quelle foto pubblicitarie del “prima e dopo” l’uso di un certo prodotto? In quella “prima” il modello è spettinato, bianco, slavato, peloso, con delle braghette che fanno debordare il ventre rilassato.

In quella “dopo” il make up è perfetto, l’abbronzatura color ebano e la pelle liscia come il marmo e anche il costume fa la sua parte.

Comunque devo ammettere che vi ho un po’ imbrogliato: in effetti in soli due mesi e mezzo è difficile raggiungere la top condition, anche perché, come abbiamo già visto, nel primo mese l’ossidazione dei grassi non è attiva al massimo e quindi, come avrete notato, vi sarà sembrato quasi di peggiorare. Il muscolo infatti un po’ si è svuotato, perché l’alimentazione è ridotta, i livelli di glicogeno muscolare calano e le pliche cutanee invece non calano così velocemente e non raggiungono spessori tali da far intravedere il muscolo sottostante.

Nel secondo mese si cominciano a vedere i risultati ed in effetti allo specchio vedete un bel cambiamento, ma la top condition è un’altra cosa.

Avevate bisogno di un mese in più. In effetti io ho cominciato un mese prima di voi la dieta e quindi io sarò nella “top condition” a Rimini.

Non biasimatemi, non l’ho fatto apposta, il fatto è che per esigenze editoriali gli articoli devono essere consegnati più di un mese prima rispetto l’uscita in edicola della rivista e quindi io, per verificare personalmente la veridicità della mia impostazione, ho iniziato un mese prima di voi.

Suvvia, non prendetevela, considerate la vostra fatica non solo in funzione di Rimini ma soprattutto per l’estate e quindi, proseguendo il programma come il mese precedente, sarete nella “top condition” in luglio/agosto.

Ma per quelli di voi che vogliono tentare il tutto per tutto per essere al meglio al Festival, posso dare qualche ulteriore suggerimento per dimagrire ulteriormente tramite qualche manipolazione dietetica.

Bene! Eravamo rimasti ad una dieta isometrica: 33% proteine, 33% grassi, 33% carboidrati, per circa 2.500 Kcal, cioè avevamo tolto circa 200-300 calorie di carboidrati dalla dieta base di 2.700 Kcal che invece prevedeva 40% carboidrati, 30% proteine, 30% grassi. Se eravate già dei miei “fans” ed avevate letto i miei articoli sulla cronomorfodieta, probabilmente ne avrete adottato i principi, cioè: se appartenete alla categoria degli ipolipolitici (basso metabolismo con accumulo dell’adipe preferibilmente nella parte inferiore del corpo: glutei e cosce) avrete tolto i 70g di riso a cena, viceversa se appartenete alla categoria degli iperlipogenetici (ipercorticosurrenalici con accumulo di adipe nella parte alta del tronco e a livello addominale) avrete tolto i 70g di pasta a pranzo.

Se non l’avete fatto è assolutamente venuto il momento di farlo. Ma a questo punto abbasserei la dieta di un altro 20%, cioè la porterei a 2.000 Kcal, sempre a discapito dei carboidrati.

Ricordatevi che questa dieta è sempre in riferimento ad un atleta di 35 anni, del peso di 80Kg, di professione impiegato.

Inoltre, se siete particolarmente in ritardo, alternerei addirittura un giorno di questa dieta con un giorno in cui toglierei anche quei pochi carboidrati rimasti.

Più di così non si può fare e anzi, questo regime alimentare comporterà un certo “svuotamento” a livello muscolare, cioè i muscoli diminuiranno il loro livello di glicogeno e la muscolatura sembrerà meno tonica e brillante, ma il grasso corporeo calerà sensibilmente.

Tre giorni prima della vostra visita a Rimini riprenderei la prima dieta di 2.700 Kcal addizionata di 100 grammi di pasta o riso, questo per riempire di nuovo di glicogeno i muscoli svuotati.

Ed eccovi  finalmente pronti, o quasi, ma l’estate è solo all’inizio e se volete mantenere la forma o addirittura migliorarla, vi consiglio di mantenere la dieta iniziale di 2.700 Kcal nel 1° caso, concedendovi alla domenica un giorno di libertà per non andare in paranoia nel 2°caso, mantenendo sempre la dieta libera alla domenica, inserendo due giorni infrasettimanali di dieta a 2.000 Kcal (vedi tabella), magari nei giorni in cui allenate le zone muscolari più grasse, secondo il principio della “dieta differenziata per aree muscolari”.

Bene, se alla fine non siete in forma come volevate, mangiateci su una bella pizza, in fondo siete migliorati di molto lo stesso e poi non siete degli atleti professionisti che si possono dedicare a tempo pieno alla cura del proprio corpo….

DIETA 2000 Kcal

(ipolipolitici) 

DIETA 2000 Kcal

(iperlipogenetici)

COLAZIONE

1 uovo intero + 4 albumi

70g di pane

10g di burro di arachidi

SPUNTINO 1

20g di proteine al 90%

5g di olio di lino

1 mela

PRANZO

40g di pane integrale

5g di olio di oliva

200g di tacchino

200g di lattuga

5g di olio di soia

SPUNTINO 2

20g di proteine

5g di olio di lino

CENA

200g di sgombro

200g di lattuga

5g di olio di oliva

SPUNTINO 3

20g di proteine

250g di yogurt

5g di olio di lino

COLAZIONE

1 uovo intero + 4 albumi

1 fetta biscottata

10g di burro di arachidi

SPUNTINO 1

20g di proteine

5g di olio di lino

PRANZO

200g di tacchino

200g di lattuga

5g di olio di oliva

5g di olio di mais

SPUNTINO 2

20g di proteine

5g di olio di lino

1 mela

CENA

60g di pane integrale

200g di sgombro

5g di olio di oliva

SPUNTINO 3

20g di proteine

250g di yogurt

5g di olio di lino

2 fette di ananas

 

(1331)