Home ABSTRACT Il giusto microbioma protegge dalla depressione?
Il giusto microbioma protegge dalla depressione?

Il giusto microbioma protegge dalla depressione?

60
0

Che la ricerca sul microbioma intestinale stia diventano un punto chiave per lo sviluppo di nuove strategia terapeutiche e preventiva nei confronti di numerose patologie è ormai un dato certo. Non colpisce quindi più di tanto che, visto lo stretto rapporto esistente tra flora batterica e neurotrasmettitori, si cominci a parlare di un possibile ruolo dei batteri delle vie digestive nella depressione. E’ quanto ha voluto testare con la sua ricerca, apparsa su “Brain, Behavior and Immunity”, Lorenza Colzato che lavora all’Università di Leiden, in Olanda. Lo studio ha preso in esame 40 volontari sani, per un periodo di quattro settimane, divisi in due gruppi: le persone del primo hanno assunto ogni giorno una miscela di probiotici, quelle del secondo gruppo un semplice placebo. Tutte le persone inserite nello studio sono state sottoposte ad un particolare questionario, che aiuta a comprendere il livello di vulnerabilità alla depressione e all’umore nero, sia all’inizio che alla fine della ricerca. Proprio in queste secondo “controllo” si è visto che chi aveva assunto probiotici pareva, in base al test, meno aggredibile da pensieri negativi. Il motivo? Per ora si può parlare solo di ipotesi: è possibile ipotizzare un coinvolgimento del nervo vago da parte dell’azione dei probiotici, così come un ruolo della sintesi di triptofano, sempre mediata dai batteri. Al momento, siamo solo davanti a ipotesi affascinanti, da comprendere.

Tutto Scienze de La Stampa del 29 Aprile, pag.34

(60)