Home ABSTRACT LA DIETA A DIGIUNO 16:8 FUNZIONA DAVVERO
LA DIETA A DIGIUNO 16:8 FUNZIONA DAVVERO

LA DIETA A DIGIUNO 16:8 FUNZIONA DAVVERO

3.10K
0

Una forma di digiuno intermittente noto come dieta 16:8 aiuta le persone obese a perdere peso e abbassare la pressione sanguigna, secondo un nuovo studio.
Sempre più persone ora si rivolgono al digiuno intermittente come un modo rapido ed efficace per perdere peso.
Ci sono diverse forme di questa dieta, a seconda degli intervalli di tempo di “fasting” (digiuno) e di “feasting” (banchetto). La cosiddetta dieta 5: 2, ad esempio, consiste nel mangiare normalmente per 5 giorni ogni settimana e il digiuno per 2 giorni.
Nei giorni di “digiuno”, il dietologo limita il loro apporto calorico a 500 o 600 al giorno.
Nel digiuno quotidiano o nella dieta 16: 8, le persone mangiano quello che vogliono per 8 ore e digiunano per i restanti 16.
Un nuovo studio valuta i benefici di questo schema 16: 8 per gli individui obesi e rileva che non solo la dieta funziona, ma anche che aiuta ad abbassare la pressione sanguigna.
Secondo gli ultimi dati apportati dal Centers for Disease Control and Prevention (CDC) sono circa 93,3 milioni gli adulti obesi negli Stati Uniti. Ciò corrisponde quasi al 40% dell’intera popolazione del paese.
Questa ricerca è stata condotta dall’autrice Krista Varady, professoressa associata di kinesiologia e nutrizione presso l’Università dell’Illinois a Chicago e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Nutrition and Healthy Aging.

Perdere peso senza contare le calorie
Varady e colleghi hanno reclutato 23 partecipanti allo studio obesi che avevano un’età media di 45 anni, con un indice di massa corporea medio (BMI) di 35.
Tra le 10:00 e le 18:00, i partecipanti potevano mangiare qualunque cosa e per quanto gli piacesse, ma potevano bere solo acqua e bevande senza calorie per le rimanenti 16 ore.
Tutti i partecipanti allo studio sono stati seguiti per un periodo di 12 settimane e i risultati a livello dietetico sono stati confrontati con quelli di un precedente studio sulla perdita di peso di un altro tipo di digiuno intermittente chiamato “giorno di digiuno alternato”.
In questo “giorno di digiuno alternato”, possono mangiare quello che vogliono per un giorno e digiunare per il giorno seguente.
In media, rispetto alla sperimentazione di controllo, quelli della dieta 16: 8 consumavano 350 calorie in meno, perdevano il 3% del loro peso e avevano una pressione sanguigna più bassa.
Più specificamente, la pressione sanguigna sistolica di coloro che digiunavano giornalmente diminuiva di una media di 7 millimetri di mercurio. Tuttavia, l’insulino-resistenza, il colesterolo e la massa grassa sono rimasti gli stessi tra i due gruppi confrontati.
Come Varady e i suoi colleghi concludono, “Questi dati preliminari offrono la promessa per l’uso di un’alimentazione limitata nel tempo come una tecnica di perdita di peso negli adulti obesi, ma sono necessari studi controllati randomizzati su larga scala a più lungo termine”.
L’autore dello studio commenta anche il significato dei risultati, affermando: “I risultati che abbiamo visto in questo studio sono simili ai risultati che abbiamo visto in altri studi sul digiuno a giorni alterni. Ma – aggiunge – uno dei vantaggi della dieta 16: 8 potrebbe essere che è più facile da mantenere per le persone. Abbiamo osservato che un numero inferiore di partecipanti ha abbandonato questo studio rispetto agli studi su altre diete a digiuno. La dieta 16: 8 è un altro strumento per la perdita di peso per il quale ora abbiamo prove scientifiche preliminari a sostegno”, conclude Varady. “Quando si tratta di perdere peso, le persone hanno bisogno di trovare ciò che funziona per loro perché anche piccole quantità di successo possono portare a miglioramenti nella salute metabolica”.

(3099)