Home ABSTRACT L’ALLENAMENTO COI PESI INFLUENZA GLI ORMONI E I VARI FATTORI BIOCHIMICI MODIFICANDO IL RISCHIO DI SINDROME METABOLICA NEI GIOVANI STUDENTI OBESI MASCHI
L’ALLENAMENTO COI PESI INFLUENZA GLI ORMONI E I VARI FATTORI BIOCHIMICI MODIFICANDO IL RISCHIO DI SINDROME METABOLICA NEI GIOVANI STUDENTI OBESI MASCHI

L’ALLENAMENTO COI PESI INFLUENZA GLI ORMONI E I VARI FATTORI BIOCHIMICI MODIFICANDO IL RISCHIO DI SINDROME METABOLICA NEI GIOVANI STUDENTI OBESI MASCHI

793
0

La sindrome metabolica (SM) si riferisce a sintomi che comprendono l’obesità, l’ipertensione, l’iperglicemia, l’insulino-resistenza e la dislipidemia.
Tra questi, l’obesità è considerata un fattore di rischio per una serie di disturbi che possono manifestarsi in giovane età, inclusa la SM.

OBIETTIVO: I giovani adulti obesi presentano il rischio molto alto di sviluppare sindromi metaboliche (MetS). I fattori predisponenti come le adipochine, il profilo lipidico, le citochine infiammatorie e lo stato degli enzimi antiossidanti tra lo stile di vita sedentario e attivo nei giovani obesi non sono stati fin ora studiati in modo approfondito. Questo studio pilota è stato quindi intrapreso per valutare l’impatto degli allenamenti contro resistenza sia sul profilo lipidico sia sui marker infiammatori della malattia come TNFα e IL-6 ma anche per comprendere l’effetto a breve termine in relazione alla SM.

METODI: Sono stati prelevati dei campioni di sangue prima e in diversi momenti durante degli allenamenti leggeri, moderati e contro resistenza. Adipocitochine, ormoni dell’obesità, citochine pro-infiammatorie, profilo lipidico ed enzimi antiossidanti sono stati misurati con metodi spettrofotometrici standard ed ELISA.

RISULTATI: Un aumento proporzionale dell’adiponectina e dell’HLD-c sono stati osservati dopo la quinta e decima settimana rispetto ai gruppi di controllo. Una graduale diminuzione di lecitina, resistina, SOD, GPx insieme a TNFα e IL-6 erano tipiche osservazioni dopo la quinta e decima settimana di allenamento contro resistenza.

CONCLUSIONI: l’allenamento coi pesi resistenza di una durata da 5 a 10 settimane potrebbe portare effetti positivi nell’armonizzazione dei parametri cellulari nei giovani studenti obesi suscettibili di SM.

(793)