Home ABSTRACT L’ormone della crescita, doping nello sport
L’ormone della crescita, doping nello sport

L’ormone della crescita, doping nello sport

418
0

Massimo Spattini pubblica un abstract:

L’ormone della crescita, doping nello sport: una revisione critica delle strategie di uso e di individuazione

Si pensa che il GH sia largamente impiegato nello sport come sostanza per migliorare le prestazioni . Il suo uso in competizioni atletiche è vietato dall’Agenzia mondiale antidoping, e gli atleti sono tenuti a sottoporsi al test per la rilevazione GH. L’individuazione dell’ormone dopante GH è però complicata per molte ragioni fra cui la similarità di quello endogeno con quello esogeno, emivita breve, dinamiche secretorie di GH complesse e fluttuanti e bassissimo tasso di escrezione urinaria. Il test di individuazione attualmente in uso (GH isoform test) sfrutta la differenza tra GH ricombinante (puro 22k-GH) e la natura eterogenea del GH endogeno (diverse isoforme).

Il suo limite principale è la breve finestra di opportunità per il rilevamento (12-24 ore dopo l’ultima dose GH).

Un secondo test da implementare presto (la prova biomarker) è basato sulla stimolazione di IGF-I e collagene III sintesi da parte del GH. Esso ha una finestra di opportunità più lunga (1-2 settimane), ma è meno specifico e presenta una varietà di sfide tecniche. Il GH doping in un senso più ampio include anche il doping con GH secretagoghi e IGF-I ed i suoi analoghi. (Baumann – Endocrine reviwes Feb/2012- Medicina dello Sport)

Ufficio stampa Dott Massimo Spattini

(418)