Home ARTICOLI METABOLISMO RALLENTATO

METABOLISMO RALLENTATO

1.34K
0

Sportman & Fitness – gen/feb 2007

Domanda

Gent.mo Dott. Spattini, sono sportivo da sempre e bodybuilder amatoriale da oltre 20 anni, per cui la sua figura non mi è affatto nuova. Difatti, fin dagli anni ’80 seguo la cultura fisica anche sulle riviste del settore, perciò ho avuto modo di apprezzarla come sportivo (qualità, simmetria, ecc..) e come medico.

Il problema: anni 51, altezza mt. 1,74, peso 91 Kg, masse muscolari evidenti da allenamento naturale e supplementato.

Non sono mai riuscito, in questi anni, ad eliminare i chili per arrivare ad 85 Kg., anche se di fatto ho toccato i 100 , con molto adipe come conseguenza.

Ora, a 91-92 Kg., pratico un’Arte Marziale (Wing Tsun) che abbisogna di discreta agilità, velocità e potenza (per quanto si può richiedere ad un cinquantenne) ed un calo ponderale come sopra indicato sicuramente favorirebbe alcune “performance da vecchietto sportivo”.

Non ho abbandonato il bodybuilding, che pratico una volta alla settimana, allenando tutto il corpo con 2-3 serie per mantenere quella sudata massa.

Ma comunque negli allenamenti bi-trisettimanali di Arti Marziali, picchio il sacco pesante e faccio molto corpo libero, scatti ed aerobica.

Ora, essendo la mia alimentazione composta da tre pasti principali e due spuntini (barretta o 200gr. di yougurt magro con frutta), con le 1800 Kcal che mi impongo da qualche mese mi sono bloccato a 91 Kg.

Mi sento più stanco, ho meno forza e tante volte anche meno voglia di allenarmi. Sicuramente avrò bloccato il metabolismo o comunque accelerato il rilascio di cortisolo.

Quando mi guardo allo specchio, per me molto più importante della bilancia, penso che alcuni chili in meno non mi starebbero male, sia dal lato estetico, ma ancor di più da quello del benessere.

Le porgo i più cordiali saluti.

Enrico

Risposta

Complimenti per la tua costanza e per il tuo amore per la Cultura Fisica. Conosco bene il tuo problema, così come conosco il Wing Tsun.

In effetti anche io l’anno scorso mi sono avvicinato a questa disciplina perché avvertivo l’esigenza di cimentarmi in qualcosa che sviluppasse di più le mie capacità coordinative e l’agilità e flessibilità del mio corpo. Ed essendo un mio collaboratore, Andrea Bisaschi, un ottimo maestro di Wing Tsun, mi sono avvicinato a questa bellissima disciplina.

Purtroppo la mia impostazione da bodybuilder abituato a controllare e contrarre tutti i muscoli ha sovraccaricato i miei lombari impegnati nelle innumerevoli torsioni necessarie in questo sport ed ho dovuto fare i conti con un vecchio trauma alla schiena che mi sono procurato  più di 20 anni fa rimanendo sotto uno squat da 250 Kg.

Per questo motivo ho dovuto sospendere ed ora, dopo una lunga riabilitazione a base di stretching ed esercizi specifici per la schiena e l’addome, sono pronto a ricominciare e così ci potremo incontrare anche con i guantoni alle mani. Ma no, forse è meglio limitarsi al sacco.

 

Molto probabilmente ti sei dato la risposta da solo: 1800 Kcal per una persona attiva di 90 Kg. sono veramente poche, io non scenderei sotto le 2000-2200 Kcal ed ancora meglio, adotterei una dieta yo-yo alternando diete da 1800 Kcal (nei giorni di riposo) a diete da 2400 kcal (nei giorni di allenamento), oltre ad un giorno di dieta libera alla settimana, per dare una sferzata al metabolismo.

Inserirei anche una seduta settimanale di aerobica utilizzando il cardio-frequenzimetro, in maniera da lavorare al 65% (vedi formula 220 – l’età) per circa 30-40 minuti, possibilmente a digiuno al mattino o due o tre ore dopo l’ultimo pasto soprattutto a base di proteine: un buon termogenico e l’acetil carnitina presi prima degli allenamenti potrebbero essere di aiuto.

Ovviamente è importante eseguire un profilo ormonale per TSH, FT3, FT4, Cortisolo, Prolattina, Testosterone totale, Testosterone libero, in quanto tutti questi ormoni sono coinvolti nel metabolismo dei grassi.

Se la ristrettezza della dieta ha rallentato il tuo metabolismo potremmo trovare valori bassi degli ormoni tiroidei ed allora potrebbe essere utile assumere del Gugulsterone, dell’Acido Lipoico e Piruvato e dello Iodio, oltre che alzare i carboidrati per un periodo di tempo.

Se c’è una produzione di cortisolo eccessivo bisognerebbe rivedere gli orari ed i tempi di allenamento, meglio alla sera piuttosto che al mattino e non più di 45’ per volta, ed assumere la fosfatidilserina  alla dose di 400/800mg alla sera prima di coricarti e subito dopo l’allenamento.

Anche la prolattina è un ormone legato allo  stress ed inibisce il dimagrimento.

Se il testosterone è basso potresti essere affetto dalla P.A.D.A.M (Partial Androgen Deficiency of Aging Male) e bisognerebbe rivedere la tua dieta: forse mangi troppo poco e troppi pochi grassi.

Ti potrebbe essere inoltre utile l’uso di integratori quali l’Acetil Carnitina, il Tribulus Terrestris e lo ZMA per stimolare la tua produzione endogena di testosterone.

Se questo non bastasse ed il testosterone rimanesse basso rientri nella categoria nella quale può essere indicata una terapia sostitutiva a base di testosterone.

Oggi esistono dei gel a base di testosterone di facile e pratico utilizzo.

(1338)