Home ABSTRACT PIU’ PRODUTTIVI CON LA POWER NAP
PIU’ PRODUTTIVI CON LA POWER NAP

PIU’ PRODUTTIVI CON LA POWER NAP

854
0

Il famoso sonnellino, un’abitudine soprattutto per bambini e anziani, torna oggi alla ribalta con un nome più moderno e accattivante, una durata ben precisa e la capacità di apportare benefici a livello lavorativo e non solo. La Power Nap è un breve riposo durante la giornata che termina prima del verificarsi del sonno profondo e serve a “rigenerarsi”. Questa pratica viene già molto utilizzata negli Stati Uniti, soprattutto nelle grandi aziende dove i dipendenti vengono addirittura incoraggiati a farne uno; diversi alberghi di New York affittano anche poltrone per permettere ai lavoratori di riposare prima di rientrare in ufficio. Sull’utilità e i benefici della Power Nap sono stati fatti molti studi e le evidenze confermano che questa tecnica, oltre a dare energia in pochi minuti, è in grado di:

  • Migliorare la concentrazione e l’attenzione
  • Migliorare la produttività e la capacità di risolvere i problemi, aiutando il cervello a lavorare meglio
  • Migliorare la memoria
  • Migliorare l’umore, riducendo fatica e stanchezza
  • Ridurre lo stress
  • Migliorare la pressione arteriosa e aiutare nel controllo del peso corporeo

Ci sono, però, degli accorgimenti da prendere perché la Power Nap sia realmente efficace come la location, la tecnica e soprattutto il tempo. L’ideale sarebbe trovare uno spazio tranquillo, confortevole, preferibilmente buio, con una temperatura ottimale per riposare. Si può mettere di sottofondo musica classica o comunque rilassante o provare con i rumori bianchi. E’ importante spegnere cellulari e computer, o altri dispositivi che possono distrarre. Una particolarità è quella di assumere caffeina poco prima del sonnellino, quello che gli americani chiamano Coffee Nap; la caffeina, infatti, deve percorrere il tratto intestinale e non farà effetto prima di 30-45 minuti, quando appunto verrà assorbita. Consumare 200mg di caffeina appena prima della Power Nap è in grado di farci sentire meno assonnati al risveglio. E’ bene anche pianificare la Power Nap calcolando la durata del sonnellino e mettendo la sveglia; in base al tempo che ci serve per addormentarci, esempio 5 minuti, e alla durata della pennicchella, esempio 20 minuti, si calcolano 25 minuti al momento di mettere la sveglia. Per quanto riguarda il tempo, una Power Nap dovrebbe durare tra i 10 e i 30 minuti. Dormire per 5-10 minuti, Mini Nap, aiuta a stimolare la lucidità mentale, la resistenza e il rendimento motorio, ma il termine Power Nap indica idealmente un sonnellino di 20 minuti, che in più stimola il cervello a liberarsi delle informazioni inutili immagazzinate nella memoria a breve termine. Le pennichelle che superano i 30 minuti possono avere degli effetti collaterali come il fenomeno detto “inerzia del sonno”, ovvero una sensazione di stordimento e pesantezza. Quindi Power Nap per essere più produttivi ed efficienti, come d’altronde già faceva nel 1400 Leonardo Da Vinci che si dice fosse solito fare dei brevi sonnellini durante la giornata.

(854)