Home ARTICOLI SCT STACK E TIROIDE

SCT STACK E TIROIDE

2.61K
0

Sportman & Fitness – agosto 2000

Domanda

Gentilissimo staff di Body Fitness, mi chiamo Luca e seguo sempre il vostro programma e la rivista Sportman. Dopo aver visto la presentazione dello SCT Stack da parte del sig. Levantino, ne ho effettuato un ordine all’Ultimate Italia. Prima di usarlo vorrei però rivolgere una domanda al Dr. Massimo Spattini, in qualità di medico ed esperto di scienza dell’alimentazione: l’aminoacido tirosina, componente dello Stack, esplica la sua funzione utilizzando la tiroide?

In caso affermativo, con l’uso continuato, o dopo la sua sospensione, si possono avere ripercussioni negative sul funzionamento di questa importantissima ghiandola, con tutte le conseguenze che un iper/ipo tiroidismo può portare?

Grazie infinite e complimenti per la trasmissione.

Luca

Risposta

Caro Luca, il prodotto SCT Stack è composto da tre principi attivi:

  1. la caffeina, di cui sono ben note le proprietà ergogeniche, lipolitiche e termogeniche, oltre che stimolanti il sistema nervoso centrale. (Prossimamente scriverò un articolo sulla caffeina ed il suo utilizzo nel fitness).
  2. La sinefrina (principio attivo del Citrus Aurantium) che è un potente termogenico ma che al contrario della efedrina è scarsamente stimolante il sistema nervoso centrale ed il sistema nervoso simpatico periferico, non causando così i fastidiosi e pericolosi effetti collaterali tipo ansia, agitazione, tachicardia, tremori, insonnia, che possono invece essere propri dell’efedrina.
  3. La tirosina,  che è un aminoacido ed è si un costituente della molecola proteica che costituisce l’ormone tiroideo, ma è soprattutto un precursore di neurotrasmettitori cerebrali quali la dopamina e noradrenalina, i quali inibiscono la sensazione di fame e consentono una concentrazione più marcata ed un’azione antidepressiva utili nei periodi di dieta ristretta, dove sono più frequenti i cali di attenzione e le crisi depressive. Di conseguenza puoi capire che il suo effetto non è strettamente correlato alla tiroide, e di conseguenza non ci sono alcune ripercussioni a carico di questa importantissima ghiandola con l’uso continuato o con la sua sospensione.

Per far funzionare comunque al meglio la tiroide, che durante il periodo di diete tende ad impigrirsi, ti consiglio di associare all’SCT Stack, il Metabolic System sempre della Ultimate Italia, ed il Lipoic Pyruvat della Power House Nutrition.

In questo caso i principi attivi del Metabolic System sono:

  • Il guggulsterone, derivato da una pianta utilizzata nella medicina Ayurvedica che evita il rallentamento della conversione del T4 in T3, che avviene normalmente nelle diete restrittive.
  • I fosfati, che permettono di mantenere sufficienti i livelli di ATP nel fegato, evitando che la carenza di questi ultimi sia interpretata come un segnale per abbassare il metabolismo e venga bloccato il sistema di trasporto ATP dipendente, che serve a portare il T4 all’interno della cellula epatica dove viene trasformato in T3, che è l’ormone metabolicamente più attivo.

I principi attivi presenti nel Lypoic Pyruvat sono:

  • il piruvato, che essendo il substrato preferenziale da parte del fegato per la formazione dell’ATP da parte delle cellule epatiche, ha quindi lo stesso meccanismo d’azione visto precedentemente, dando inoltre maggior sensazione di energia
  • l’acido lipoico, che essendo il precursore principale per la formazione del glutatione, diventa fondamentale in quanto la carenza di quest’ultimo inibisce l’enzima 5-deiodasi, che è deputato alla conversione del T4 in T3 nel fegato.

E’ stato dimostrato che l’assunzione dell’acido lipoico come integratore, alza i livelli di glutatione nel fegato con benefici effetti, quindi anche sul metabolismo degli ormoni tiroidei.

 

(2614)