Home ABSTRACT Sempre più conferme sul latte materno
Sempre più conferme sul latte materno

Sempre più conferme sul latte materno

7
0

Un’ulteriore conferma del fatto che il latte materno sia preferibile a quello artificiale, specialmente per i bambini prematuri, è arrivata da un nuovo studio condotto dall’Università della California di San Diego. I ricercatori hanno confrontato l’effetto del latte materno e di quello artificiale, predigeriti con enzimi pancreatici, su colture di cellule umane intestinali, epiteliali e sui linfociti. Il latte materno è risultato pressoché innocuo mentre quello artificiale ha causato grossi danni cellulari soprattutto nei linfociti.

Gli scienziati americani hanno giustificato questo risultato spiegando che, a seguito della digestione del latte artificiale, vengono rilasciati più acidi grassi liberi che danneggiano le membrane cellulari. Questo spiegherebbe perché una delle malattie più gravi a cui sono soggetti i neonati prematuri sia l’enterocolite necrotizzante, diffusa tra quelli alimentati con latte artificiale.

«Questo studio non deve allarmare le madri di prematuri» spiega Mario de Curtis, Ordinario di pediatria della Sapienza di Roma «perché semplicemente rafforza quello che i neonatologi italiani sostengono da tempo: il latte prodotto dalla madre, quando possibile, deve essere preferito a quello artificiale». Prima delle 32 settimane, quando cioè i piccoli non hanno ancora il riflesso di suzione, le madri possono comunque estrarre il proprio latte. Un’altra valida alternativa sono le banche del latte materno.

Fonte: Venerdì di Repubblica, pag. 56

Ufficio Stampa Dott Massimo Spattini

(7)