Home ABSTRACT SOIA E TESTOSTERONE: IPERTROFIA MUSCOLARE O IPERTROFIA PROSTATICA?
SOIA E TESTOSTERONE: IPERTROFIA MUSCOLARE O IPERTROFIA PROSTATICA?

SOIA E TESTOSTERONE: IPERTROFIA MUSCOLARE O IPERTROFIA PROSTATICA?

802
0

(Nella foto: relazione “La Medicina Funzionale e l’ipogonadismo” al 13° Congresso AMIA – Milano 09-11-219).

Il rischio di ipertrofia prostatica e di tumore alla prostata può aumentare con l’età e l’invecchiamento, ma è anche noto che l’utilizzo di steroidi anabolizzanti possa favorire l’insorgenza di tali disturbi. Questi ultimi vengono tipicamente trattati con farmaci in grado di bloccare l’effetto del testosterone.
Alcune ricerche suggeriscono che il consumo di prodotti alimentari a base di soia può essere protettivo nei confronti delle disfunzioni e delle patologie a carico della prostata.
Il tasso di cancro alla prostata è piuttosto elevato nel mondo occidentale mentre è inferiore nei paesi non industrializzati, in particolare in Asia. Le popolazioni giapponesi e cinesi, per tradizione, consumano elevate quantità di soia con la dieta e le ricerche mostrano come questo fattore dietetico sia associato ad una minore insorgenza di tumore alla prostata nell’uomo.
Da qui, alcuni esperti di salute raccomandano il suo consumo anche tra i soggetti di sesso maschile.
I body builder, però, che si allenano per costruire muscoli forti e tonici, dovrebbero prestare attenzione al consumo di soia. I culturisti infatti tipicamente ricercano un aumento della forza e della massa muscolare, ed il consumo di soia potrebbe risultare un fattore limitante l’anabolismo. Questo perché la soia contiene delle molecole che svolgono un’azione simile agli estrogeni (gli isoflavoni), e che limitano la produzione del testosterone; ed il testosterone è fondamentale per aumentare la forza e per supportare la crescita muscolare, soprattutto negli uomini di una certa età, che, invecchiando, assistono ad un fisiologico calo di produzione endogena di questo ormone. Quindi, consumare prodotti a base di soia come i fagioli, le bevande e lo yogurt, il tempeh, il tofu o gli idrolizzati proteici potrebbe non essere la migliore strategia alimentare nel contesto di diete per la massa. Saranno necessari ulteriori studi più approfonditi su atleti di sesso maschile per valutare se il consumo di soia possa essere favorevole o meno in ottica di performance, aumento o mantenimento della massa muscolare e rischio prostatico.

Fonte: Nutrit. Rev. 61:117-131

(802)