Home ARTICOLI TESTOSTERONE BASSO (2)

TESTOSTERONE BASSO (2)

1.82K
0

Sito Bodyfitness.it – 2002

Domanda

Ho 43 anni e mi alleno coi pesi da più di 15 anni. Prima praticavo pallavolo a livello agonistico e mi allenavo quasi tutti i giorni e quando ho cominciato ad allenarmi solo per la palestra, ho continuato ad allenarmi tutti i giorni. Fino a qualche anno fa tutto andava bene, ma è più di un anno che faccio fatica a raggiungere il passo, sono stanco e svogliato. Un mio amico mi ha consigliato di fare gli esami del testosterone e così ho verificato che ho dei valori che sono al di sotto del normale. Cosa posso fare per ovviare a questa spiacevole situazione?

Risposta

Quarant’anni non sono venti e se nel tuo caso la tua testa e il tuo cuore forse non sono cambiati (con voglia di allenarti) forse l’organismo invece sì. Con l’avanzare dell’età quello che diminuisce non è tanto la forza, che rimane quasi invariata fino a  50 anni, ma la capacità di recupero! Non è più possibile fare una notte brava oppure esagerare nell’attività fisica senza risentirne. Ogni allenamento e recupero deve essere opportunamente dosato perché man mano che l’età avanza non sono permessi errori e d’altronde la saggezza acquisita dovrebbe aiutare a limitarli.

Nel tuo caso mi sembra ovvio che insistere ad allenarti tutti i giorni, sia la maggiore causa della tua situazione di affaticamento; dovresti passare ad un allenamento a giorni alterni o al massimo, se proprio non riesci a stare lontano dalla palestra, inserendo l’attività aerobica nel giorno di riposo, ma allenandoti comunque al massimo per 5 giorni alla settimana: 3 di pesi e 2 di aerobica oppure 3 di aerobica e 2 di pesi.

Il testosterone basso credo sia una conseguenza dell’eccessivo allenamento. Ti consiglio quindi di ridosarlo dopo 3 mesi di riduzione dell’attività. Nel frattempo per stimolare la sintesi endogena di testosterone puoi assumere come integratori il Tribulus Terrestris, lo zinco e il magnesio.

Il Tribulus Terrestris è un estratto di una pianta che è stata usata per trattare problemi di ipogonadismo.

Agisce stimolando l’ LH (ormone luteotropo) che a sua volta stimola la produzione di testosterone a livello delle gonadi maschili (testicoli).

Uno studio ha riportato un incremento dei valori di LH da 14,38 ml/u a 24,75 ml/u con dosaggi quotidiani di 750 mg di Tribulus Terrestris.

Il testosterone è passato da 60 mg/die a 84,5 mg/die (cioè un aumento del 41%) . Lo zinco è un minerale che già da tempo era conosciuto per la sua capacità di stimolare la produzione di testosterone, ma un recente studio, presentato nel 1998 al meeting dell’American College of Sports Medicine, ha dimostrato che una particolare forma di zinco, lo zinco monometionina abbinato al magnesio aspartato nelle rispettive dosi di 30 mg e 450 mg somministrati per 8 settimane a giocatori di Football, sono in grado di aumentare i livelli di testosterone, GH, IGF, portando a significativi aumenti di forza e potenza.

Puoi provare a prendere il TZ-MEN della Power House Nutrition che contiene sia Tribulus Terrestris, che zinco monometionina e zinco aspartato nelle proporzioni corrette per dare uno “stimolo” alle tue gonadi.

(1824)